• fc@francescocaprile.coach

Cosa fa un coach #16 – Carica Psicologica

Nuovo appuntamento con la rubrica #Cosafauncoach , il numero 16, per capire che cosa fa un coach, e come può esserti utile nell’affrontare la vita personale e sportiva.

Potete trovare tutti gli altri anche sul mio account instagram @fcmentalcoach.

Quindi, che cosa fa un coach?

Nell’appuntamento di oggi voglio porre l’attenzione su un aspetto che, soprattutto per gli sportivi, è importantissimo prima e durante la prestazione.

Prima della gara, devi essere al meglio, al tuo top, per perforare nel modo voluto durante la competizione.
Quante volte hai notato sportivi favoriti che, non si sa come, sono riusciti a perdere la partita?

Durante la gara, devi mantenere alto e positivo il tuo stato psicologico, pronto per affrontare al meglio le sfide e le insidie che possono arrivare dal tuo avversario.
Così, avrai la possibilità di rispondere colpo su colpo in modo impeccabile, assicurandoti una top performance. E, perché no, facendo perdere lo stato al tuo avversario, che porterà sicuramente ad una diminuzione della sua performance.

Gli effetti di un caricamento psicologico assente o sbagliato portano alle conseguenze che ogni sportivo vuole evitare: ottenere una sconfitta o fare una brutta figura.

Ricordiamoci, per esempio, il calcio di rigore calciato da Trezeguet durante la finale di Champions League contro il Milan. Il suo stato era veramente a terra, e lo si notava dalla sua postura e dal suo sguardo. Com’è andata a finire? Esatto: rigore sbagliato.

Quindi, perché è importante sapersi caricare psicologicamente?

  1. Incrementa il livello di attivazione nel corso di un particolare evento
  2. Incrementa il livello di dinamismo in un momento particolare della gara
  3. Evitare lo scaricamento psicologico indotto dall’erronea convinzione di avere la vittoria in pugno, che porta ad un abbassamento di concentrazione, del livello di adrenalina
  4. Permette di farti performare secondo i tuoi standard

Ovviamente, come in tutte le cose, non bisogna abusarne.

Infatti, prendendo come esempio una persona ansiosa o che, comunque, tende a svalutarsi, è utile che questa persona non si carichi troppo. Il motivo è semplice: potrebbe manifestare pensieri confusi e distorti, trasformandosi in un “pollo senza testa” che gira in modo frenetico e smodato.

Quindi, se praticato in maniera appropriata, il caricamento psicologico  assume un’importanza vitale nell’approccio mentale di uno sportivo.

Se viene usato, invece, in modo indiscriminato, può inibire la performance o addirittura comprometterla. Pertanto, occorrono attenzione e prudenza.

Se sei interessato all’argomento, ti invito a contattarmi per imparare le tecniche adatte a caricarsi psicologicamente ed ottenere la tua performance migliore, da oggi in avanti.

Reader Interactions

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *