• fc@francescocaprile.coach

Meditazione: 20 ragioni scientifiche per iniziare subito

MEDITAZIONE: 20 RAGIONI SCIENTIFICHE PER INIZIARE SUBITO

Con l’articolo che stai per leggere voglio illustrarti 20 ragioni scientifiche che dimostrano gli innumerevoli benefici che la meditazione porta nella vita.

Scoprirai perché è necessario iniziare a meditare con costanza, sfateremo alcuni miti sulla meditazione e vedremo quali sono le principali resistenze sulla meditazione e come risolverle.

Quello che ti chiedo è di leggere questo articolo con la mente aperta, pronta a recepire nuove informazioni illuminanti.

Siamo pronti, allaccia le cinture e seguimi in questo viaggio alla scoperta della meditazione.

LE 20 RAGIONI SCIENTIFICHE

Meditazione e scienza

Ormai è da qualche anno che ho iniziato a meditare.

Ho iniziato, come molte persone, durante un periodo in cui nella mia mente regnava il caos. Quello che ho cominciato a fare è stato avvicinarmi al mondo della crescita personale, diventata poi la mia professione.

Non solo.

Mi sono avvicinato anche al Buddismo per cercare quella pace interiore che faticavo a trovare.

Hai presente quando ti senti pesante e in balia dei venti? Quando ti sembra di girare come una trottola e non vedere altro che deserto intorno a te?

Ecco, quella era la mia situazione.

Visto che il cambiamento deve iniziare da dentro, ho iniziato ad approfondire questo mondo.

Avevo già sentito parlare di meditazione ma non l’avevo mai provata.

Un giorno sono andato da un monaco buddista qui a Genova e, da quel giorno, tutto è cambiato.

Ho iniziato ad approfondire e studiare la meditazione ed ho cominciato a percepirne i suoi benefici. Ciò che sperimentavo era, ed è, una maggiore consapevolezza dei pensieri ed una calma che perdurava per quasi tutta la giornata.

Degli innumerevoli benefici della meditazione si sente spesso parlare e volevo vedere se c’era qualche studio scientifico a sostegno di queste affermazioni.

Capiamoci, i benefici li sentivo sulla mia pelle, quindi, per quanto mi riguarda, avevo già tutte le prove che mi servivano.

Ma, essendo anche una persona molto pragmatica, ho voluto approfondire.

Gli scienziati hanno cominciato ad effettuare innumerevoli studi sui cervelli che praticavano la meditazione.

Life Coaching

MIGLIORA LA TUA SALUTE

  1. Aumenta la funzione immunitaria (guarda quiqui)
  2. Diminuisce il dolore (guarda qui)
  3. Diminuisce l’infiammazione a livello cellulare (guarda quiqui e qui)

MIGLIORA LA TUA FELICITÀ

  1. Aumenta le emozioni positive (guarda quiqui)
  2. Diminuisce la depressione (guarda qui)
  3. Diminuisce l’ansia (guarda quiqui)
  4. Diminuisce lo stress (guarda  qui e  qui)

MIGLIORA LA TUA VITA SOCIALE

Puoi pensare che la meditazione sia un’attività da fare in solitaria.

A me, personalmente, piace perché mi permette di rimanere da solo con me stesso.

Ma non è l’unica soluzione: ci sono molte persone che si incontrano per meditare in gruppo.

Al di là di questo, la meditazione di permette di aumentare il tuo senso di connessione con gli altri.

Infatti:

  1. Aumenta la connessione sociale e la tua intelligenza emotiva (guarda qui e qui)
  2. Ti rende più compassionevole (guarda quiqui)
  3. Ti fa sentire meno solo (guarda qui)

MIGLIORA L’AUTOCONTROLLO

  1. Aumenta la tua capacità di regolare le tue emozioni (guarda  qui)
  2. Ti aiuta a diventare più introspettivo (guarda  qui)

CAMBIA IL TUO CERVELLO (in modo positivo)

  1. Aumenta la materia grigia (guarda qui)
  2. Aumenta il volume delle aeree del cervello adibite alla regolazione delle emozioni, delle emozioni positive e della capacità di autocontrollo (guarda quiqui)
  3. Aumenta lo spessore corticale delle aeree relative all’attenzione (guarda qui)

AUMENTA LA TUA PRODUTTIVITÀ (SI, NON FACENDO NIENTE)

  1. Aumenta il tuo focus e la concentrazione (guarda quiqui, qui e qui)
  2. Aumenta la tua capacità di essere multitasking (guarda qui) (anche se, recenti studi hanno dimostrato che il multitasking non è funzionale ed è più controproducente che altro)
  3. Migliora la memoria (guarda qui)
  4. Aumenta la tua abilità creativa e al pensiero fuori dagli schemi (cosa fondamentale per trovare sempre le soluzioni migliori) (leggi la ricerca fatta da Schooler)
  5. Ti rende più saggio.

A proposito della saggezza, voglio spendere qualche parola in più.

Più che saggezza, mi viene da parlare di consapevolezza.

Credo che, nella vita, il punto iniziale di tutto sia proprio la consapevolezza.

Infatti, la meditazione di aiuta a vedere le cose da una diversa prospettiva.

Mentre osservi la tua mente, puoi renderti conto che non devi essere necessariamente un suo schiavo.

La meditazione è, in buona sostanza, igiene mentale: si butta la spazzatura (pensieri ed immagini negative), si mettono a punto i tuoi talenti e ci si mette in contatto con sé stessi.

Pensaci: ogni giorno ti fai la doccia per lavare il tuo corpo, ma quante volte ha fatto una doccia “mentale”? Come conseguenza, ti sentirai di avere molta più chiarezza e vedrai le cose da una prospettiva molto più ampia.

Forse non ci hai matto fatto caso, o non ti ci sei soffermato a pensarci su, o forse nessuno te lo ha detto, ma la qualità della tua vita dipende dalla qualità dei tuoi pensieri.

Ho scelto di utilizzare la meditazione nelle mie sessioni di coaching proprio perché è un binomio perfetto, che unisce elementi teorici e pratici per lavare le pareti della nostra mente.

Noi non possiamo controllare ciò che accade fuori da noi, nel mondo esterno, ma dobbiamo – e possiamo – controllare il nostro mondo interno, dentro la nostra testa.

Non importa che cosa stia accadendo: se la tua mente è allenata e sta bene allora tutto il resto va bene. Anche adesso.

Inoltre, la meditazione ti aiuta anche in un altro campo.

TI AIUTA AD ESSERE PIÙ OBIETTIVO

Quando cominci a conoscere la tua mente, inizi ad essere padrone della tua vita e diventi più autentico, forse anche più umile.

Diventi più consapevole delle storie e dei film che la tua mente ti mette davanti e ottieni una migliore prospettiva su di loro.

Li guardi, in sostanza, con occhi diversi, fino a diventare il regista della tua mente.

Con la meditazione realizzi che anche le altre persone stanno guardando questo genere di film e questo tipo di storie e, quindi, diventi anche più compassionevole rispetto agli altri.

E… più mediti, più questi benefici crescono, come suggerisce questo studio.

MITI DA SFATARE 

Miti da sfatare

Anche quando si parla di meditazione ci sono alcune credenze e miti che sono da sfatare, a spada tratta come un cavaliere.

  • Meditare non significa avere la mente vuota. Infatti, quando inizi a meditare ti accorgi di quanto sia, piuttosto, il contrario. E che va bene così.
  • Per meditare non è necessario stare nella posizione del Loto (Classica posizione seduti a terra, con le gambe incrociate e le mani sulle ginocchia). Puoi meditare anche stando seduto su una sedia, sul divano o dove vuoi (stai solo attento a non meditare da sdraiato, perché c’è il rischio di addormentarsi)
  • Non è necessario meditare per un’ora. Basta anche un minuto al giorno, per iniziare. Ciò che conta è la costanza. (guarda quiqui)
  • Non è necessario cantare in una lingua a noi sconosciuta (i classici mantra buddisti recitati in Sanscrito)
  • La meditazione non è strana. Cosa c’è di strano nello stare seduti e nel respirare? Considera che i membri del congresso americano, i giocatori di football americano e gli stessi Marines lo fanno. Quanto può essere strano se lo fanno loro?
  • Per meditare non devi indossare nessuna tunica o bruciare alcun incenso o suonare alcuna campana tibetana (a meno che non ti piaccia, s’intende)

NON POSSO MEDITARE PERCHÉ

Ostacoli

Come in ogni cosa, alcune persone possono trovare un po’ di difficoltà.

Quelle che ti elenco qui di seguito sono le più comuni e, adesso, capirai come tutto è risolvibile.

Non riesco a sgombrare la mente”. Stai tranquillo, mentre sei li seduto molto probabilmente sperimenterai un caos chiassoso di una mente ferita che si sta srotolando.

Una tonnellata di pensieri, sentimenti ed emozioni. Accetta ciò che capita durante la meditazione.

Piuttosto, nota come ti senti alla fine della meditazione e durante tutto il resto della giornata.

Ricordati solo che i pensieri, come arrivano, vanno via. Prova a mantenere lo stesso pensiero nella mente per 1 minuto, poi mi saprai dire…

Non riesco a stare seduto immobile”. Va bene. Siediti solo in modo confortevole, agitati se vuoi. Non importa.

Divento ansioso”. Anche questo è normale. Tutta la spazzatura viene a galla, impara semplicemente qualche tecnica di respirazione per calmarti. Oppure, fai esercizio fisico o qualche posizione di yoga prima di meditare.

Odio stare seduto immobile”. Nessun problema: vai a camminare senza la musica o il telefono o inizia facendo un po’ di yoga, o fai qualche esercizio di respirazione. Dai a te stesso solo il tempo di essere ciò che sei, senza dover fare costantemente qualcosa.

Ho già provato a meditare e non mi è piaciuto”. Ci può stare, sappi solo che non esiste un solo tipo di meditazione. C’è un intero menù la fuori. Sperimenta altri diversi tipi di meditazione e pratica quello che più ti si addice (Mindfulness, Vipassana, Mantra, ecc.)

Non ho tempo per meditare”. La solita scusa della mancanza di tempo.

Se hai avuto tempo di leggere questo articolo, allora significa che hai tempo anche per meditare.

Ricorda che basta anche un minuto al giorno per iniziare.

Pensa a tutti quei minuti persi su internet o sui social o davanti alla tv.

Se ci rifletti, credo proprio che tu abbia già individuato in che momento della giornata puoi meditare e dare uno sprint alla tua vita.

Ricorda cosa diceva Gandhi:

“Sono molto occupato oggi, ecco perché mediterò 2 ore invece di 1.”

CONCLUSIONI

Risultati

Da oggi non hai più scuse: hai capito che meditare è salutare, utile e porta benefici in tutte le aree della tua vita.

Il mio lavoro di Mental Coach consiste nell’aiutare le persone a migliorare la loro vita, raggiungendo i loro obiettivi.

A tal proposito, ho scritto un ebook, totalmente gratuito, che puoi trovare a questo link.

Ecco perché nelle mie sessioni e nei miei percorsi di coaching faccio ricorso anche alla meditazione, attraverso dei dispositivi tecnologici che permettono di ricevere un feedback istantaneo sulla tua abilità di meditare.

Spesso le persone che meditano, pensano di meditare. A bene vedere, e con la giusta tecnologia, puoi renderti conto che, a volte, pensi di meditare ma sei totalmente avvolto dai pensieri e la tua mente è più attiva che mai.

Ecco che, allora, avere un feedback immediato ti può aiutare a raggiungere risultati straordinari in un minor lasso di tempo.

Se vuoi iniziare a meditare e a migliorare la tua vita in modo sostanziale, contattami per fissare la tua prima sessione di coaching unito alla meditazione.

Come sempre, se hai trovato l’articolo utile, ti chiedo di condividerlo con più persone possibile per far conosce anche agli altri il potere della meditazione.

Reader Interactions

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *